Novelle

Il mondo dei vinti e le promesse mancate del Risorgimento

10,00

Descrizione

Descrizione

LIBERTÀ! gridano le masse popolari del sud all’arrivo dei garibaldini. Ma quale libertà? quella dallo straniero, come proclamano i rivoluzionari? o la libertà dai galantuomini, come sperano i contadini meridionali?
Le novelle di Giovanni Verga proposte in questo volume consentono di disegnare un percorso di conoscenza del mondo dei vinti siciliani e di rappresentarne il legittimo desiderio di riscatto sociale, purtroppo disatteso dalle nuove autorità governative nate dal Risorgimento.
Al contempo, esse forniscono una possibile chiave di lettura di quel tema antico che oggi sembra riproporsi con accenti aspri e pericolosi per la tenuta dell’Italia. È il tema dell’unità incompiuta o, secondo alcuni, dell’unità impossibile per le distanze ancora esistenti tra il Nord e il Sud dell’Italia.

a cura di Lucio Cassone

CLASSE III
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Informazioni aggiuntive

Additional Information

Apparato didattico

Dentro la storia
Analisi dei personaggi
Luoghi della scrittura
Grandangolo
Antologia di Letture sull'Unità d'Italia

Formato

pp. 292

Autore

Autore

Giovanni Verga (Catania 1840-1922). A 15 anni cominciò a scrivere il suo primo romanzo. Iscritto a Legge nell’università di Catania, dopo lo sbarco di Garibaldi in Sicilia si arruolò nella Guardia Nazionale. Interrotti gli studi universitari seguì la sua vocazione di scrittore e giornalista. Nel 1872 si trasferì a Milano dove rimase per circa vent’anni. Nel 1920 fu nominato senatore del Regno.

Opinioni dei lettori

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Novelle
Il mondo dei vinti e le promesse mancate del Risorgimento