Le pere selvatiche

8,50

Descrizione

Descrizione

Un diario, scritto in modo semplice e approssimativo, racchiude l’emblematica vicenda umana di Eustachio Di Santo, un giovane che, come tanti altri uomini del suo tempo, improvvisamente sottratto al sereno scorrere dell’esistenza quotidiana, viene catapultato nel terribile scenario della Seconda Guerra Mondiale. Conservato per tanti anni in un cassetto, un giorno il diario arriva, insieme all’ormai nonno Eustachio, come viva testimonianza sollecitata dall’insegnante di Storia, nella classe di scuola media in cui il nipotino sta affrontando lo studio del periodo storico vissuto in prima persona dal nonno. Eustachio racconta, emozionandosi con i ricordi, e legge stralci dal suo diario: la Campagna di Albania, il campo di concentramento in Russia, gli incontri, la solitudine, il dolore della guerra, di ogni guerra. La sua lettura commuove e diventa spunto per tante riflessioni importanti. Alla fine, prima di congedarsi, timidamente Eustachio regala il suo quaderno all’insegnante. Nelle sue mani esperte di narratrice quel “tesoro” diventerà Le pere selvatiche.

a cura di Lucio Cassone

CLASSE III
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Informazioni aggiuntive

Additional Information

Apparato didattico

Dentro la storia
Lavoriamo sul testo
Book-Caffè
Copywriter

Formato

pp. 136

Autore

Autore

Maria Assunta Prezioso. Laureata in Filosofia, insegna Materie Letterarie nella scuola secondaria di I grado. All’età di 8 anni ha pubblicato le sue prime poesie sul giornale regionale ”Il piccolo molisano”. Nel 1994 ha vinto il premio di poesia “Molise”, nel 1995 il “Dona Divum”. Ha al suo attivo pubblicazioni di poesia, prosa e teatro. In Teatro senza confini ha raccolto opere teatrali scritte per la drammatizzazione nella scuola.

Opinioni dei lettori

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le pere selvatiche”