Donne mobili

L’emigrazione femminile dall’Italia alla Germania (1890-2010)

15,00

COD: ISBN 978–88–5160–132–4 Categoria:
Descrizione

Descrizione

Dell’emigrazione italiana nel mondo si sa molto, ormai, ma poco si è scritto della partecipazione delle donne, crescente nel corso del tempo. Meno ancora si è detto dei cambiamenti sostanziali di vita e di cultura che esse hanno dovuto affrontare nelle nuove realtà.
La ricerca di Lisa Mazzi, che ha attinto ad una pluralità di fonti – letterarie, d’archivio, giornalistiche, orali –, contribuisce a colmare diversi vuoti: le ragioni e le forme dell’espatrio; il richiamo di alcune aree di partenza; i flussi, le esperienze e la maturazione delle donne italiane in Germania, una delle destinazioni più importanti della nostra emigrazione; l’attenzione per le “nuove mobilità”; gli spunti di convivenza culturale a dimensione europea.
Le storie portate all’attenzione evidenziano un forte impegno per l’integrazione e una chiara consapevolezza della propria identità. Non solo emigrate, quindi, ma donne transnazionali.

Informazioni aggiuntive

Additional Information

Formato

17 x 24 cm
pp. 222

Autore

Autore

Dopo la formazione all’Università di Bologna e alla Christian Albrecht Universität di Kiel, è stata docente presso l’Istituto di linguistica applicata dell’Università del Saarland. Autrice in lingua tedesca di racconti brevi e poesie sul tema della Fremde (estraneità), fa parte del gruppo di autori italiani in Germania conosciuto col nome di “Letteratura decentrata”. È membro del direttivo di “ReteDonne”. Vive in Germania a Freiburg im Breisgau. Ha pubblicato raccolte di racconti brevi (Der Kern und die Schale: italienische Frauen in der BRD, Zambon, Francoforte 1986; Unbehagen, Zambon, Francoforte 1999) e di poesie (Sprachfragmente in «Allmende», n. 70/71, ed. Isele, Eggingen, 2001). Suoi contributi compaiono in antologie di scrittori italiani in Germania.

Opinioni dei lettori

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Donne mobili
L’emigrazione femminile dall’Italia alla Germania (1890-2010)