Migrazioni – Parole migranti e multiculturalità – Le Collane

Kumacreola

Parole migranti e studi transculturali
Collana diretta da Armando Gnisci

Kuma nella lingua bambara, dell’Africa occidentale, vuol dire “parola”. In Europa, attraverso la migrazione, la parola originaria diventa creola (nuova e mista), parola dell’incontro. È il risultato interculturale più importante, insieme alla musica, della grande migrazione attuale da tutti i mondi verso la piccola penisola euroasiatica dell’Europa occidentale. Una avventura della specie umana che si compie nel dolore e nel silenzio, nell’indifferenza se non nel rifiuto da parte nostra, gli accoglienti che non sanno accogliere. La collana Kumacreola presenta narrazioni e poemi, ricerche e saggi di tutti i mondi, con l’attenzione, oltre che alla vicenda della attuale migrazione planetaria, agli studi postcoloniali e a quelli transculturali.

Reti

Ogni luogo può essere centro, ogni luogo periferia
Collana diretta da Norberto Lombardi

Situarsi. Ricollocarsi. Lo spostamento (l’annullamento?) dei confini storici e mentali del nostro vissuto ci riporta sui sentieri della ricerca, nei cantieri dei sistemi relazionali. L’ampiezza e la circolarità delle reti erodono la fissità dei riferimenti e dei ruoli: l’alto e il basso, il centro e la periferia, il normale e il diverso. Le storie che abbiamo visitato e che ci hanno visitato vanno rilette, di nuovo indagate, riscritte. S’incrinano certezze, affiorano inedite possibilità. Il senso del distacco e della perdita è compensato dall’impulso verso approdi imprevisti, dalla felicità di viaggi veloci e lontani. La sicurezza dell’identità è riassorbita dal contorno tra le culture, dalla sfida della pluralità. E’ solo e distante non chi è ai margini, ma chi si isola ed accetta la sua marginalità.

Quaderni sulle migrazioni

Ricerche e testimonianze sull’emigrazione; studi sugli italiani nel mondo
Collana diretta da Norberto Lombardi

I Quaderni indagano il momento dell’esodo e della lacerazione del tessuto sociale e culturale, ma un’attenzione non minore rivolgono all’emigrazione come segnale del mutamento della società e come fattore di ricostruzione e sviluppo di comunità stabili ed evolute nei paesi di accoglimento. Essi, inoltre, cercano di cogliere la complessità del fenomeno migratorio orientando la ricerca non solo ai profili statistici e demografici ma anche agli aspetti storici, culturali, antropologici e ai problemi della comunicazione multimediale nell’attuale contesto di globalizzazione.

Memoriali

Il mondo della migrazione nelle testimonianze biografiche individuali e collettive
Collana diretta da Norberto Lombardi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi